Home C-19 Coronavirus, lockdown di 30 o 60 giorni per evitare la seconda ondata:...

Coronavirus, lockdown di 30 o 60 giorni per evitare la seconda ondata: lo dimostra un recente studio

La situazione in merito alla diffusione del Covid-19 ha dato origine a molte teorie contrastanti rispetto ad una possibile seconda ondata. Infatti, se per il momento l’emergenza Coronavirus è sotto controllo, col finire dell’estate e del caldo (che ha indebolito il virus) il rischio di una nuova diffusione appare elevato. Tra gli esperti si distinguono Anthony Fauci, certo che il virus tornerà; Zangrillo per il quale qualsiasi ipotesi, adesso che il c-19 è clinicamente estinto, sembra inutile ed avventata; e Andrea Crisanti le cui previsioni sono tutt’altro che ottimiste.

Quest’ultimo, infatti, ha detto che “il Covid-19 non sparisce come la Sars nel giro di un’estate“. Come è ben percepibile, ci troviamo nuovamente punto e da capo: privi di certezze scientifiche e confusi sul da farsi. Forse, per evitare l’arrivo di una seconda ondata, basteranno le normative vigenti: evitare gli assembramenti, indossare le mascherine e mantenere il distanziamento sociale.

Oppure, magari, sarebbe opportuno adottare misure più drastiche, per esempio facendo ricorso a circa due mesi di lockdown. Infatti uno studio spagnolo, condotto da Leonardo López e Xavier Rodó del Barcelona Insitute for Global Health, rileva che un periodo di chiusura di 30 o 60 giorni potrebbe scongiurare il rischio di nuovi e pericolosi contagi. Tuttavia, come riporta notizie.it, Conte non ha intenzione di adottare provvedimenti così estremi e lui stesso ha tranquillizzato gli italiani che difficilmente ricorrerà ad un nuovo lockdown. Chiudere le attività dopo tutto comporterebbe danni inimmaginabili all’economia italiana. Voi cosa ne pensate?

DA LEGGERE

Germania, scuole aperte da meno di una settimana e nei primi giorni tra spuntano contagi. La situazione è critica

In Germania gli studenti sono tornati in classe da meno di una settimana ma qualcuno è stato già costretto a lasciare la...

CORONAVIRUS: il Ministro SPERANZA AVVISA, è possibile un NUOVO LOCKDOWN! Ecco DOVE si rischiano le CHIUSURE

Parole che fanno rabbrividire e quasi tremare l'Italia intera, ma che tutto sommato non sorprendono, specie osservando l'andamento epidemiologico del nostro Paese, non particolarmente critico,...

Covid, per Zangrillo i contagiati non sono malati. Poi la lite su Twitter con Nino Cartabellotta: «Studia»

Mentre i contagi di Covid-19 tornano a salire in tutta Italia, anche nelle regioni del Sud, il medico Alberto Zangrillo torna a parlare di coronavirus ed...

Related News

Roma, nonno spara al nipote di 7 anni: il bimbo è morto poche ore fa

I medici hanno dichiarato la morte cerebrale per il bambino di sette anni ferito da un colpo di pistola sparato dal nonno....

Germania, scuole aperte da meno di una settimana e nei primi giorni tra spuntano contagi. La situazione è critica

In Germania gli studenti sono tornati in classe da meno di una settimana ma qualcuno è stato già costretto a lasciare la...

CORONAVIRUS: il Ministro SPERANZA AVVISA, è possibile un NUOVO LOCKDOWN! Ecco DOVE si rischiano le CHIUSURE

Parole che fanno rabbrividire e quasi tremare l'Italia intera, ma che tutto sommato non sorprendono, specie osservando l'andamento epidemiologico del nostro Paese, non particolarmente critico,...

Covid, per Zangrillo i contagiati non sono malati. Poi la lite su Twitter con Nino Cartabellotta: «Studia»

Mentre i contagi di Covid-19 tornano a salire in tutta Italia, anche nelle regioni del Sud, il medico Alberto Zangrillo torna a parlare di coronavirus ed...

Viviana Parisi era in cura in strutture pubbliche e prendeva psicofarmaci: «Era turbata, ma dolcissima con il figlio»

Non si fermano le ricerche del piccolo Gioele, il figlio di Viviana Parisi scomparso insieme alla mamma dopo un incidente in autostrada in provincia...